Zago Lenti a Contatto

by Zago Patrizia

 

La presbiopia non è un vizio di refrazione o difetto visivo , è un fenomeno fisiologico che avviene con l’età, proprio come le rughe ed i capelli bianchi.

Il cristallino è l’organo imputato di invecchiamento, è il nostro “zoom”, proprio come quello di un cannocchiale.

Il cristallino infatti è quello che ci consente di “zoomare” da lontano a vicino e viceversa, mettendo sempre a fuoco tutto ciò che vediamo a qualsiasi distanza ed a una velocità pressoché immediata.

Ma quando si “arrugginisce” con il passare degli anni, e di solito dopo i 45/46 anni di età, la messa a fuoco da vicino incomincia ad essere difficoltosa facendo sorgere l’esigenza dell’uso di occhiali da lettura.

Quando una persona è già portatrice di occhiali la presbiopia va ad associarsi all’ametropia esistente, sempre e comunque anche se per i miopi questo potrebbe non sembrare vero.

Questo succede perché il miope può compensare la presbiopia con il difetto stesso, talvolta solamente togliendosi gli occhiali che usa per lontano.

presbiopia im2 cristallino
 
presbiopia im1 cristallino accomodato